lunedì 24 luglio 2017

Siccità, la rete idrica è un colabrodo: "Ogni giorno sprecati 9 miliardi di litri"

La siccità in questo 2017 porterà con ogni probabilità ben 10 Regioni a chiedere lo stato di calamità. Oltre il 60 per cento dell'Italia è a secco e i danni all'agricoltura ammontano a due miliardi di euro, come conferma l'analisi di Coldiretti.

Dispersione idrica in Italia
La situazione è resa ancora più grave in Italia dalla dispersione idrica. Il pessimo stato della rete idrica nazionale non contribuisce infatti a migliorare la situazione.  Secondo uno studio dell'Istat quasi il 40 per cento del volume immesso in rete è andato disperso, in crescita di quasi un punto percentuale sull'anno precedente. In più di quattro comuni su cinque, e in tutti i grandi comuni tranne Milano, le perdite di rete superano il 20% con dispersioni particolarmente elevate a Bari, Messina, Palermo, Catania e Cagliari (dove va dispersa più di metà dell’acqua immessa nella rete di distribuzione comunale).
C'è un dato che più di altri desta impressione: la perdita d'acqua complessiva che si verifica ogni giorno nelle tubature italiane soddisferebbe le esigenze idriche di un anno di 10,4 milioni persone

Acquedotti colabrodo
Una percentuale di dispersione che vale 139 litri a persona, buttati via ogni giorno, a fronte di un consumo medio procapite giornaliero di circa 245 litri. Non è una novità, i numeri della dispersione idrica sono ben noti a tutti da almeno un paio d'anni, e si sono succeduti gli appelli degli ambientalisti: le temperature record e le scarse piogge registrate quest'anno rientrano perfettamente nelle previsioni di chi da tempo mette in allarme sugli effetti del cambiamento climatico e del riscaldamento globale.
Non sono state studiate soluzioni sistemiche, e ora che l'emergenza si mostra in tutta la sua complessità, si può solo cercare di mettere una pezza. Lo stato di calamità permetterà alle aziende agricole la sospensione delle rate dei mutui, il blocco dei pagamenti dei contribuiti e l'accesso al Fondo per il ristoro danni. Per i prossimi giorni al nord sono attese precipitazioni importanti. Ma non basterà. 

La denuncia di Bonelli
"In Italia ogni giorno c'è una dispersione dell'acqua di quasi 9 miliardi di litri a causa delle perdite registrate lungo la rete di 474 mila chilometri di acquedotti”. I dati, ancora più drammatici se inseriti nel contesto dell'emergenza siccità di questi giorni, sono stati forniti da Angelo Bonelli, esponente dei Verdi. "Ogni 100 litri di acqua immessa negli acquedotti quasi 40 vengono persi per l'obsolescenza della rete idrica, una delle medie più alte d'Europa che fa il paio con il fatto che gli investimenti realizzati per rimodernare gli acquedotti sono tra i più bassi del continente: 32 euro l'anno per abitante a fronte della Francia che ne investe 88, il Regno unito 102 e la Danimarca 129 (secondo dati Utilitalia)”.
Per ogni abitante, ben 144 litri di acqua al giorno non arrivano a destinazione (dati UNC-Unione Nazionale Consumatori) e da qui si arriva alla folle cifra di quasi 9 miliardi di acqua dispersa al giorno”, spiega Bonelli che chiede: “Cosa sta facendo il governo finora per fronteggiare questa situazione? Non si può dichiarare lo stato di crisi senza dire che per uscire dalla perenne emergenza è necessario una enorme opera infrastrutturale per rimettere a posto gli acquedotti”. Secondo l’esponente dei Verdi, “è necessario tornare allo spirito del referendum vinto da milioni di italiani: l'acqua e la sua gestione tornino pubbliche e lo Stato reinvesta tutti gli utili per la manutenzione della rete idrica”.
Fonte: Ostiatoday.it

Nessun commento:

Posta un commento

Roma, smaltimento illecito di rifiuti, blitz al campo nomadi di via di Salone: 4 arresti e 19 indagati

È in corso, dalle prime luci dell'alba di questa mattina, l'operazione della Polizia Locale di Roma Capitale, volta ad eseguire b...