lunedì 29 maggio 2017

Ostia, una metro che collega il X Municipio all'Eur: il 'Corridoio Colombo' da un miliardo di euro „Una metro che collega il X Municipio all'Eur: il 'Corridoio Colombo' da un miliardo di euro“

Venticinque chilometri di metropolitana, parallela alla Roma-Lido, con 15 stazioni che collega l'Eur con la nuova Fiera di Roma passando lungo la via Cristoforo Colombo, il canale della Lingua e l'entroterra del X Municipio. Un progetto, quello del 'Corridoio​ Colombo' con la 'Porta del Mare', che nasce da lontano, già presentato in passato, e che ora torna in auge grazie alla spinta degli architetti Andrea Giunti e Giancarlo Sapio, supportati dal comitato Quartiere Quadrante Colombo e dall'associazione Verso il Futuro.

Sabato, nella sede della Lega Navale di Ostia, è andato in scena un incontro per tornare a parlare del 'Corridoio Colombo' già approvato nel Piano Strategico per la Mobilità Sostenibile di Roma e presentato prima del 2010, ma questa volta con alcune implementazioni che riguardano anche Ostia e il comune di Fiumicino. Un'opera che, per diventare operativa, necessita che l'Amministrazione Comunale lo dichiari come uno dei "progetti prioritari" e di "interesse pubblico", come sottolinea l'architetto Giunti.

"E' un progetto di metropolitana, realizzato insieme ad Astaldi e Ansaldo e validato dalla Ratp, che si sviluppa totalmente su aree pubbliche, non chiede la valorizzazione di aree private e che il Comune di Roma ha già portato all'Expo Universale del 2010 a Shangai", sottolinea Giunti parlando del progetto "da quasi un miliardo di euro" e che ha come immagine principale quello della 'Porta del Mare', due torri triangolari di cristallo trasparenti e leggere.

Le due torri formerebbero un gigantesco portale socchiuso. "Caratterizzeranno il nodo di scambio della mobilità su ferro e su strada per e dal litorale di Ostia e la zona Pontina. La loro altezza e forma sono un omaggio alla città di Roma che richiama l'arco di alluminio di Adalberto Libera mai realizzato, come simbolico segno di apertura della città eterna che si trasforma in un moderno luogo di funzioni. Nel nodo di scambio avrà sede la principale stazione del sistema di trasporto in sede protetta su binari che dall'Eur servirà tutti i sedimi urbani lungo la Colombo fino all'Infernetto e Casal Palocco per poi dirigersi alla direzionalità della Fiera di Roma, assorbendo il traffico pendolare dalla zona Pontina, o dal litorale nord di Roma e di Ostia e zone satelliti".

Un progetto "ecosostinibile" con "nessuna variante nel piano regolatore", al quale Enrico Stefàno "ha mostrato interesse" e su cui c'è anche l'interesse di "investitori canadesi" come detto dell'architetto Giunti. Sicuramente, almeno per via teorica, la linea metropolitana del 'Corridoio Colombo' permetterebbe un notevole smaltimento del traffico, limitando l'utilizzo dell'automobili e aiutando i residenti dell'entroterra del X Municipio. 

A supportare l'iniziativa il comitato Quartiere Quadrante Colombo, rappresentato da Annalisa Ciarcelluti e Claudia Masella, e l'associazione Verso il Futuro con il presidente, l'avvocato Fabrizio Valerio Bonanni Saraceno: "Abbiamo sposato questa iniziativa perché crediamo e vogliamo un miglioramento territoriale, tangibile, di Roma. Verso il Futuro nasce proprio con l'idea di valorizzare la classe media e la piccola e media impresa a livello nazionale. Il Corridoio Colombo, oltre che un aspetto migliorativo sul piano della viabilità e della vita dei residenti, consentirebbe anche di creare nuove prospettive di lavoro per la città". Sarà la volta buona? Il progetto c'è.
Fonte: Ostiatoday.it

Nessun commento:

Posta un commento

“REVOCATA LA CONCESSIONE BALNEARE A PAPAGNI”

È notizia di oggi. Il mutamento sostanziale della concessione, cioè la sub-concessione in atto, il mancato versamento del canone, irrisorio...