mercoledì 21 novembre 2012

Scavano per posare la fibra ottica: scoperto deposito di granate inesplose

Dormono lì da almeno 70 anni, le decine di granate da cannone rinvenute casualmente in un terreno ai bordi di via del Fosso di Dragoncello, a Ostia.
A fare la sgradita scoperta sono stati stamattina gli operai di un’impresa incaricata della posa di cavi di fibra ottica che, alla vista degli ordigni bellici, hanno subito avvertito le autorità. Sul posto sono intervenuti i vigili urbani per limitare la circolazione automobilistica e gli artificieri del 10° Reparto infrastrutture di stanza a Napoli.

Stando ad una prima ipotesi, si tratterebbe di un deposito di munizionamento pesante allestito alla fine del Secondo conflitto mondiale dai tedeschi che controllavano la vicina linea ferroviaria Roma-Lido. Fino a pochi anni fa, a pochi passi dal luogo del ritrovamento, si poteva riconoscere un bunker militare in cemento armato. 

Un particolare curioso è nel fatto che proprio sopra il giacimento esplosivo un paio di anni fa dei muratori hanno elevato un muro di cinta destinato a circoscrivere un complesso immobiliare posto sotto sequestro dalla magistratura. Le operazioni di sminamento proseguiranno anche nella giornata di domani.
Fonte: IlMessaggero.it

Nessun commento:

Posta un commento

Roma, musei comunali (quasi) gratuiti da fine giugno per i romani

L’ingresso gratuito ai musei comunali era una delle prime iniziative annunciate dall'amministrazione  di Virginia Raggi. E ora sta pe...