giovedì 1 febbraio 2018

Fosso del Fontanile al via la perimetrazione

È stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale del Lazio n.7 del 23.01.2018, il Decreto del Segretario Generale dell’Autorità di Distretto Idrografico dell’Appennino Centrale, con il quale è stata approvata la proposta di perimetrazione "P.A.I." del bacino idrografico del Fosso del Fontanile, mappandone di fatto, il livello di rischio idrogeologico.

Fatto salvo come prevede la normativa di presentare eventuali osservazioni alla mappatura proposta, direttamente all'Autorità di bacino all'interno dei trenta giorni, dalla pubblicazione del decreto.

La perimetrazione del rischio idraulico, del bacino idrografico del fosso del Fontanile è il risultato di un lavoro di grande partecipazione, che ha coinvolto il Tavolo Tecnico "Ristretto" sul dissesto idrogeologico del Municipio X, promosso dalla Commissione Straordinaria Antimafia istituita con D.P.R. 28.08.2015 prorogata con D.P.R. 30.12.206, alla quale Roma Capitale ha dato pieno sostegno.

La proposta in seno al Decreto del Segretariato Generale è la base su cui costruire un serio programma di interventi di messa in sicurezza del Fosso del Fontanile, nonché ovviamente, stabilire le condizioni per la redazione del Piano di Protezione Civile.

E’ stata sempre nota la situazione idraulica del Fosso del Fontanile e lo è stata soprattutto anche alle precedenti amministrazioni, infatti, la sua complessità e le diverse cause che concorrono ad essa, si sono negativamente alimentate nel corso del tempo e sono state frutto di valutazioni errate e di mancata vigilanza.

Per tali ragioni si rende ormai necessario intervenire con gradualità, prestando massima diligenza nell'identificazione delle soluzioni da adottare con il supporto strategico e soprattutto necessario, delle autorità e degli enti competenti sulla difesa del Suolo e la Tutela Ambientale.

A tal proposito e da diverso tempo, Roma Capitale e il Municipio X stanno tenendo le fila di una serie di iniziative, già avviate sul fosso del Fontanile; come ad esempio, la manutenzione ordinaria svolta dal Dipartimento S.I.M.U. in collaborazione con il Dipartimento di Tutela Ambientale, l’elaborazione di un Piano Speditivo di Emergenza e la verifica del principio dell’invarianza idraulica per le nuove realizzazioni nell'ambito del bacino idrografico del fosso.
Fonte: comune.roma.it

Nessun commento:

Posta un commento

Roma, smaltimento illecito di rifiuti, blitz al campo nomadi di via di Salone: 4 arresti e 19 indagati

È in corso, dalle prime luci dell'alba di questa mattina, l'operazione della Polizia Locale di Roma Capitale, volta ad eseguire b...